Nel corso degli anni Settanta del Novecento, l’attività mineraria che ha segnato per secoli il territorio delle Colline Metallifere cominciava il declino che ha portato, una ventina di anni dopo, alla chiusura definitiva degli impianti. Un gruppo di ex minatori e privati cittadini, riuniti nel COMASAM (Comitato di valorizzazione del patrimonio minerario di Massa Marittima) e nel Gruppo Mineralogico, ha cominciato a raccogliere oggetti, strumenti da lavoro, cartografia e macchinari dismessi, proponendo al Comune la realizzazione di un museo per raccontare l’epoca che si stava chiudendo. In un momento in cui le miniere erano in crisi, ma sempre in attività, il Comune con grande lungimiranza progettò di allestire due musei: il Museo della Miniera, che si snoda per circa 700 m in alcune gallerie allestite come una vera e propria miniera, e il Museo di Arte e Storia delle Miniere dedicato all’esposizione di strumenti, cartografia e minerali, molti dei quali donati dagli stessi minatori e cittadini che li avevano utilizzati o raccolti. I due musei minerari sono oggi riuniti sotto il nome di SUBTERRANEO.

Nell’edificio dove è stato recentemente riallestito il Museo di Arte e Storia delle Miniere è esposta una ricca testimonianza di apparecchiature, strumenti, antiche mappe di miniera, carte con sezioni geologiche e campioni di minerali delle miniere del territorio. La visita continua nel vicino percorso in galleria del Museo della Miniera, che si inoltra nella collina di Calcareous tufa (deposito carbonatico formatosi in acque fredde) che sovrasta il centro storico di Massa Marittima. Una serie di cunicoli, in parte naturali e in parte scavati per cavarne pietra da costruzione, sono stati usati anche durante la Seconda Guerra Mondiale come rifugi antiaerei. Il percorso è stato allestito da ex minatori che nelle varie gallerie hanno ricreato il loro ambiente di lavoro: il deposito per il legname necessario per armare le gallerie, il deposito dell’esplosivo, la riservetta del sorvegliante, la mensa, le discenderie, i fornelli di getto, i vari sistemi di armamento delle miniere, i vari metodi di escavazione e di lavorazione del minerale. Lungo le gallerie si trovano anche diversi macchinari: vagoni per il trasporto degli operai e del materiale, escavatori, martelli pneumatici e tubazioni per l’aerazione.

panoramica ristrutturazione edificio museo Subterraneo, foto d'epoca

L’edificio che ospita il Museo è nato come scuola elementare negli anni Trenta del Novecento, ed è stato dismesso all’inizio degli anni 2000. Nel 2022 il Museo di Arte e Storia delle Miniere, precedentemente allestito nel quattrocentesco Palazzetto delle Armi nel centro storico della città, è stato trasferito in questa sede. L’idea si deve al gruppo COMASAM e al suo infaticabile presidente Lido Santini: solo dopo molti anni è stato possibile realizzare questo spostamento, che ha il grande pregio di collegare ancora più strettamente i due Musei minerari di Massa Marittima.

Orari di visita

Gennaio
Dal 1 al 7 e tutte le domeniche
11:00 – 13:00 14:00 – 16:00 
Febbraio
Tutti i sabati e le domeniche
11:00 – 13:00 14:00 – 16:00 
Marzo
Sabato 16 e domenica 17, sabato 23 e domenica 24, sabato 30 e domenica 31
11:00 – 13:00 14:00 – 16:00 
Aprile
Tutti i giorni escluso i lunedì non festivi
11:00 – 13:00 15:00 – 17:00 
Maggio
Tutti i venerdì, sabato e domenica
11:00 – 13:00 15:00 – 17:00 
Giugno
Tutti i giorni escluso i lunedì non festivi
11:00 – 13:00 15:00 – 17:00 

Luglio e Agosto
Tutti i giorni
11:00 – 13:00 15:00 – 18:00 
Settembre
Tutti i giorni escluso i lunedì non festivi
11:00 – 13:00 15:00 – 17:00 
Ottobre
Tutti i venerdì, sabato e domenica
11:00 – 13:00 15:00 – 17:00 
Novembre 2023
Dal 1 al 5 e tutti i sabati e le domeniche
11:00 – 13:00 14:00 – 16:00 
Dicembre 2023
Dall’8 al 10, dal 22 al 24 e dal 26 al 31
11:00 – 13:00 14:00 – 16:00 

Modalità di visita

Costo del biglietto 8 € intero e 6 € ridotto.

Biglietto Ridotto
Residenti nel Comune di Massa Marittima; over 65; ragazzi di età compresa tra 6 e 18 anni; gruppi di visitatori a partire da 20 unità (previa prenotazione); giornalisti iscritti all’ordine; insegnanti possessori di Edmusei card; tesserati ICOM.

Biglietto gratuito
Persona con disabilità e accompagnatore; minori di 6 anni; scuole di Massa Marittima; guide turistiche; interpreti turistici in affiancamento a guide; tesserati ICOM; Carta dello Studente Universitario.
Per aver diritto alle riduzioni ed omaggi si richiede di esibire durante la bigliettazione la documentazione inerente (documenti di identità, tessere, card).

Per informazioni in merito a biglietti cumulativi, tariffe agevolate, opzioni di visita e tour guidati contattateci.

Telefono: 0566906525
E-mail: accoglienzamuseimassa@gmail.com
Indirizzo: Via Filippo Corridoni, 11

logo del musei subterraneo

Accessibilità

Il Museo della Miniera si visita con accompagnamento guidato. Le visite partono alle 11.00, 12.00, 15.00 e 16.00 (alle 17.00 quando il Museo chiude alle 18.00) nei giorni di apertura di Subterraneo. La durata della visita è di 50 minuti per un percorso di 700 metri in galleria in cui si affrontano i temi del lavoro minerario e della vita dei minatori delle Colline Metallifere. All’interno delle gallerie la temperatura è costantemente di 12 gradi e sono necessarie scarpe comode e chiuse.

Il museo di Arte e Storia delle miniere è totalmente accessibile. Il percorso in miniera è parzialmente accessibile.
Sia i percorsi che i laboratori sono strutturati secondo criteri di massima inclusione e sono sempre rimodulabili in base a eventuali specifiche esigenze.

Gallery

loghi degli enti che hanno supportato Subterraneo